giovedì 22 gennaio 2015

Segnali di rinascita

E' inverno, non ci sono dubbi, eppure già la terra da segni di risveglio.
Le giornate sono un pochino più lunghe e il sole piano piano allunga il suo corso nelle strade del cielo. E io tutto questo lo sento, soprattutto dalla smania che mi prende quando, armata di cestino e coltello, esco per andare alla ricerca di erbe spontanee.
Quello che si può raccogliere adesso non è molto, è vero, ma già si vedono i segnali di un risveglio che non si farà attendere più molto.
Già da alcuni giorni raccolgo la VALERIANA SELVATICA (Valerianella Olitoria) .

 

Adoro questa tenera insalatina, dal sapore dolce e delicato. Quest'anno ne ho trovata tantissima in un punto del vigneto particolarmente riparato dal vento e ben esposto al sole.
Cresce nei campi o sotto le vigne dalla fine di gennaio (nei punti più assolati) fino a marzo. Dopo tende ad andare in fiore e non si raccoglie più.
Ha proprietà disintossicanti e lassative ed è ricca di sali minerali e vitamine. Le radicette hanno proprietà sedative e calmanti del sistema nervoso.
Sono giorni ormai che, sia a pranzo che a cena, ci mangiamo tutti un bel piattone di valeriana selvatica appena raccolta.


Un'altra piantina che si trova facilmente in questo periodo è l'ALLIUM VINEALE, erroneamente chiamata erba cipollina.


Questa è una piantina che personalmente adoro. La utilizzo per insaporie insalate, zuppe e formaggi e l'anno scorso la mia Maestra Emanuela mi ha insegnato una deliziosa ricetta, facile e veloce, da fare con l'allium vineale. Chi mi seguiva da prima la conosce già, ma io la riporto qui a beneficio dei miei nuovi lettori.

 Crema di aglio Vineale ai formaggi
10-12 steli di aglio vineale - 80 gr di ricotta -100 gr di taleggio - 50 gr di latte - sale e pepe q.b.

Lavare l'aglio vineale e tagliuzzarlo finemente. Mettere in un mixer i formaggi e il latte e frullare fino ad ottenere una crema. Aggiungere l'aglio vineale, il sale e il pepe a piacere.
Questa salsa è ottima per condire la pasta, farcire panini, insaporire zuppe, risotti e insalate.

Passeggiando sulle colline ho poi scovato, cercando tra l'erba, i germogli di quelle piante che faranno la mia gioia tra un mese o poco più. Per ora sono solo neonati, ma il mio occhio non mi inganna.
Ecco qui il SILENE ALBA, di cui vi parlerò però più diffusamente quando sarà il momento giusto per raccoglierlo...


...e il RUMEX ACETOSA, chiamata volgarmente "pane e vino". Ma anche di questa piantina vi parlerò più avanti.


Stasera volevo solo farvi partecipi della mia gioia nello scoprire questi segnali di rinascita, questi timidi accenni di risveglio.
E poi, sarò sincera, non vedevo l'ora di inaugurare i post con etichetta "piante spontanee"!!!
Vi parlerò molto delle piante spontanee, perchè mi sono resa conto che sono per me una autentica passione e voglio imparare sempre di più, sia attraverso corsi con insegnanti esperti e sia attraverso libri e pubblicazioni... e se vi va, impareremo insieme!!!
Un abbraccio grande

Francesca


6 commenti:

  1. Che bel post! Anche io Francesca proprio qualche giorno fa osservavo l'allungarsi delle giornate, già molto evidente rispetto a un mese fa. E che buona la valeriana, beata te che puoi raccoglierla direttamente dalla natura che ti circonda! Mi segno la ricetta che proponi: sembra davvero ottima e adoro la ricotta. Ad ogni modo è davvero bello intendersene di erbe spontanee, ti dà una visione ancora migliore della natura, dalla quale possiamo ricevere tanto. Un abbraccio e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho acquistato ieri un libro stupendo sulle piante selvatiche. Ne parlerò sicuramente nel blog. Si, è bellissima questa cosa e mi prende sempre di più!!!
      Un abbraccio
      Francesca

      Elimina
  2. Nella mia zona, la valeriana si chiama "grassa gallina" e anche io la mangio sempre molto volentieri. La metto anche nelle insalate miste (sai quelle dove ci si mette tutto quel che avanza) e non si sciupa, mantiene la sua bella foglia intatta facendo bella figura.
    In città, non posso cogliere quel che vedi tu ma mi godo le ore di luce in più che per me sono importantissime.
    Ciao (bel risveglio)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche oggi uscirò, nonostante non sia una bellissima giornata. Ho desiderio di andare ancora a scoprirenuovi segnali.
      Un bacio
      Francesca

      Elimina
  3. quanto è bello leggere tutto ciò che scrivi sulle erbe spontanee.....pensa un po', ricopio tutto su uno dei miei " magici quaderni.....ho quello delle ricette - che è vero che c'è internet, ma vuoi mettere quanto è più bello riscriverle - , poi quello dei lavori a maglia ed ora sto sferruzzando un maglioncino per Unai - e poi quello " di tutto un po'......, quello delle cose belle, dove ci sei tu!
    Ogni pomeriggio guardo il cielo, oggi poi è stata una giornata meravigliosamente azzurra e conto, letteralmente, i minuti di luce in più che giornalmente ci vengono regalati! Accidenti, si allungano le giornate e questo, anche solo il pensarlo, ha su di me un effetto straordinariamente benefico.
    E poi.....e poi un'anima è in cammino per ricongiungersi al nostro amore. Giulia aspetta il secondo bambino, io divento nuovamente nonna.......che altro chiedere)
    Un grande abbraccio lela
    PS . verrò a Codroipo dai ragazzi a metà febbraio e ti faro' sapere prima quando arrivo:vederti sarebbe uno dei doni più grandi.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma che meravigliosa notizia!!! Chissà che emozione per te che diventi di nuovo nonna!!!
      Quando verrai a Codroipo fammelo sapere che vengo a trovarti, poi verrai tu da me e insieme andremo a fare un giro per le colline e raccoglieremo erbe spontanee insieme.
      Ti aspetto
      Francesca

      Elimina

I commenti sono aperti a tutti ma se ti presenterai mi farai contenta!!!