martedì 4 aprile 2017

Voglio la vita vera!





Il blog "APPASSIONARSI" oggi chiude i battenti!
Non è solo perché non ho più tempo per seguirlo e per arricchirlo, ma anche e soprattutto perché mi sono resa conto che non mi da più alcuna gioia scriverci sopra.
Evidentemente la rete mi ha insegnato tutto quello che aveva da insegnarmi e sicuramente la lezione più importante è che la vita vera, reale, in carne ed ossa è incommensurabilmente migliore.
Bisogna essere capaci di mollare le cose che non servono più, anche se farlo dispiace.
Fino a qualche mese fa non avrei mai pensato di poter prendere una decisione così drastica, ma adesso vivo questo momento con gioia e quasi con un sentimento di sollievo e leggerezza.
Ho passato tutte le fasi del "blogger classico"... dai primi tempi, quando scrivi praticamente tutti i giorni e fai le cose in funzione della pubblicazione sul blog, al momento in cui allenti perché ti rendi conto che hai esagerato, fino all'abbandono temporaneo per poi riprendere... ad oggi, che chiudo senza SE e senza MA!
Se penso alle ore, tante troppe, che ho trascorso davanti al PC... Non rimpiango o rinnego nulla, ma adesso ho davvero bisogno di altro.
Non sento più l'esigenza di esternare all'esterno i miei pensieri e sentimenti, adesso è il tempo dell'introspezione, della ricerca interiore, del far luce nelle stanze buie dell'anima e dell'inconscio e questo è un viaggio solitario e impegnativo.
Adesso ho bisogno di Amici veri e non virtuali, di persone che mi guardino negli occhi, che mi abbraccino, che mi prendano per mano.
Ringrazio tutti quelli che in questi otto anni mi hanno seguita, letta, apprezzata. Ringrazio tutti quelli che sono passati solo di tanto in tanto o anche solo una volta e che hanno lasciato il loro segno con un commento. Ringrazio tutti coloro che, attraverso il blog, sono poi passati ad un livello superiore di amicizia e adesso fanno parte della mia nuova vita.
Grazie, grazie a tutti voi. Vi abbraccio forte forte e vi auguro una vita piena di Gioia e di Amore.


Francesca

venerdì 24 marzo 2017

Concerto stupendo!





Ieri sera a Trieste ho assistito al meraviglioso concerto di Loreena McKennit.
Non vi so descrivere la mia gioia nell'essere li, a pochi passi di distanza da una donna meravigliosa che ammiro da tantissimi anni, sentirla cantare dal vivo. In una cornice davvero meravigliosa, il Politeama Rossetti, con un pubblico disciplinato e attento, che aspettava fino a che la eco dell'ultima nota si spegnesse completamente prima di attaccare l'applauso, si è consumato uno degli eventi  più emozionanti a cui abbia mai assistito.






Loreena canta come un angelo, nulla da aggiungere. I due musicisti che l'accompagnano in questo tour europeo sono davvero bravi e hanno con lei un feeling pazzesco. Mi ha colpita soprattutto Caroline Lavelle, bella, brava, appassionata.






La scaletta prevede un buon numero di canzoni, tutte bellissime. Loreena è spiritosa, simpatica ma anche profonda e sensibile; una donna meravigliosa.
Per immergermi ancora di più nell'atmosfera e davvero "godermi il viaggio", molte canzoni le ho assaporate ad occhi chiusi, illudendomi quasi che quel Trio magnifico stesse cantando e suonando solo per me.






Applausi incontenibile, tre uscite e tre bis, standing ovation e tanto tanto entusiasmo.
Sono tornata a casa in estasi, convinta che la vita va vissuta immersi nella bellezza, nella gentilezza e nella passione per ciò che si fa!
Stasera ho una pratica di shiatsu e ho deciso che tratterò il mio Uke sulle note di Loreena McKennit: quale modo migliore per iniziare questo nuovo stile di vita? Nuovo!!!! Mica tanto nuovo: diciamo che è la mia filosofia già da un po'... possiamo però sicuramente dire che da adesso ha una nuova colonna sonora!!!
Grazie, ne voglio ancora!!!


Un abbraccio
Francesca

mercoledì 22 marzo 2017

Piccolo gruppo di Amici

Che meravigliosa giornata domenica.... Sono stata davvero felice e soddisfatta per come sono andate le cose. Le persone che hanno condiviso con me questa esperienza nel verde erano tutte davvero speciali, quelle che io amo definire le persone "con una marcia in più"!!!
Abbiamo raccolto le erbe selvatiche da preparare per la cena, abbiamo letto poesie in mezzo al verde, abbiamo meditato nella Natura, abbiamo ascoltato le piante con tutti i nostri sensi e ci siamo divertiti come pazzi...
Grazie, ne voglio ancora!!!


Vi lascio alcune foto della mia "Domenica Selvatica".
Abbiamo deciso di ripetere l'esperienza quest'estate... stesso gruppo di persone, stesso posto, erbe diverse!!!


Selfie di gruppo
Un momento di riposo
Poesia
Adesso vi faccio vedere un'erbetta buona...
Brindisi e sorrisi
Marinella al lavoro!
Uomini all'opera!!!
Parte del raccolto!
Stuzzicanti antipastini...
Risotto fatto con Amore e ortiche!
Super insalata veramente wild!!!


E domani a Trieste concerto di Loreena McKennit! Spero di riuscire a fare qualche foto!!!
Vi farò sapere!!!
Grazie, ne voglio ancora!!!


Un abbraccio
Francesca

mercoledì 1 marzo 2017

Un giorno speciale



Sono molto emozionata perché il 19 di marzo sarà una giornata davvero speciale.
Saremo pochi, pochissimi. Al momento siamo in cinque ma non arriveremo comunque a più di otto, ma anche se dovessimo restare solo noi andrà bene lo stesso!!!
Ma cosa faremo, in definitiva?
Accompagnerò i miei amici nei boschi e nei campi e insieme raccoglieremo piante spontanee che poi cucineremo: niente di nuovo, direte voi!!!
In realtà la natura delle persone che verrà con me renderà tutto molto particolare perché questi amici non sono "normali". Una è la mia insegnante di Naturopatia Applicata, una è una riflessologa professionista, una è una mia dolcissima compagna di Accademia e infine, l'unico uomo, è un ricercatore, meditatore, viaggiatore dell'anima.
Quindi questa semplice raccolta di piante diventerà occasione per "sentire" la Natura, meditare all'aperto, salutare la Primavera che arriva, farsi tutt'uno con il bosco, abbracciare gli alberi e diventare Anime Luminose.
L'idea è quella di fare una sorta di laboratorio dei sensi: l'approccio alla pianta selvatica avverrà a occhi bendati. La pianta prima si dovrà sentire con il tatto, poi con l'odorato, con il gusto e infine con la vista. A questo punto, raccolte tutte le erbe che servono, andremo a prepararle e cucinarle. Ricette semplici, con pochi ingredienti: risotto alle ortiche, pasta ai germogli di tarassaco, salse all'aglio vineale... Quando poi questi piatti verranno consumati, lo faremo con consapevolezza, impareremo a sentire l'effetto del cibo dentro di noi, dove agisce, se mi fa bene o se mi fa male, se va bene per me... Si, perché il cibo si sente, solo che noi abbiamo dimenticato come si fa!!!
Insomma, una giornata davvero particolare che mi vedrà in veste di insegnante...
Le meditazioni invece saranno guidate da Monica, Naturopata professionista e cara Amica, donna dall'anima immensa e dal cuore grande!!!
Non vedo l'ora... Sono davvero emozionata!
E se piove? No, non pioverà!!! Chiederò all'Universo una meravigliosa giornata di sole e se anche non mi dovesse ascoltare... pazienza... staremo insieme lo stesso!!! Ci inventeremo qualcosa d'altro!!! Quel che è certo è che, sia che piova o che ci sia il sole, se sei in compagnia di persone speciali, la giornata sarà speciale!!!
Un abbraccio a tutti
Francesca

mercoledì 22 febbraio 2017

Si ricomincia

Nonostante negli ultimi due giorni il tempo sia tornato grigio e umido, ho comunque ripreso da qualche tempo a girellare per le mie colline in cerca di erbe spontanee.
Per il momento vi lascio solo qualche foto.


Cardamine hirsuta
Rumex acetosa
Valerianella selvatica
Allium vineale


Dichiaro ufficialmente finito l'inverno!!!!
Un abbraccio


Francesca

martedì 24 gennaio 2017

Pensieri...





Stamattina ho dei pensieri che non so come definire.
Mi sono alzata pensando a quanto sia cambiato il nostro paese negli ultimi venti-trent'anni!
Ricordo che quando ero ragazzina, camminare per le strade anche di sera non costituiva un pericolo e le persone che incontravo non venivano da me percepite come una minaccia.
Andavo a scuola a piedi da sola, andata e ritorno e quando andavo a lezione di danza prendevo la corriera alle sette di sera per tornare al mio paese e avevo 12-13 anni.
Voi adesso lascereste una ragazzina di quell'età prendere la corriera da sola a quell'ora, in una stazione piena di extracomunitari e sfaccendati che non si sa bene che cosa ci stanno a fare li?
Chiamatemi pure razzista ma io dico "NO!", non ce la lascerei!
Cammino per strada e su 10 persone che incrocio, almeno 6 parlano una lingua che non comprendo.
Ho l'impressione che l'Italia sia in svendita al peggior offerente, che la stiamo regalando, con tutte le sue bellezze, tutta la sua storia e tutta la sua cultura, a qualcuno che non la ama e non l'amerà, che anzi, appena ne avrà la possibilità (e prima o poi questa possibilità arriverà), la stravolgerà, la modificherà, la violenterà.
Penso a mio nonno, che appena ha avuto l'età per farlo, si è arruolato per andare a combattere in trincea a Caporetto. Si è arruolato per difendere il proprio paese, era disposto anche a morire per questo! Cosa penserebbe di quello che sta succedendo adesso?
Sento che lo stiamo tradendo, e come lui, stiamo tradendo tutti coloro che per la nostra libertà, la nostra civiltà e la nostra cultura hanno combattuto e hanno sofferto, hanno sacrificato tutti i loro beni o la loro stessa vita.
Dove sono finite queste persone?
Oggi ho questi pensieri... aiutatemi a capire quello che sta succedendo, perché mi piange il cuore!
Un abbraccio


Francesca

martedì 17 gennaio 2017

Ultime dalla scuola

Questo fine settimana in Accademia è stato molto faticoso (e quando non lo è???): lezioni di Semeiotica ed Anatomia. Però sono davvero contenta. A febbraio spero di riuscire a sostenere l'esame pratico di Shiatsu e a marzo ho l'esame pratico di Riflessologia Plantare. Dati questi due esami, avrò definitivamente archiviato il Primo Anno, anno meraviglioso, intenso e gratificante!
Fra una ventina di giorni comincerò anche gli esami del Secondo Anno. Insomma, non c'è tregua ne riposo ma studio volentieri, mi piace tantissimo!


La nostra scuola si arricchisce di energia nuova: in un'ala distinta hanno inaugurato proprio sabato una scuola elementare multilingue montessoriana... Siamo stati un po' disturbati dalla loro confusione ma è stato bello sentire voci e risate di bambini!
Noi invece abbiamo salutato tutti insieme l'anno nuovo. Essendo il primo fine settimana del 2017 abbiamo fatto un piccolo rinfresco. Insomma, ogni scusa è buona per mangiare!!!






Tutto procede a gonfie vele. Se c'è nella mia vita una cosa che mi rende davvero felice è proprio l'Accademia, dove ho trovato affetto, calore, ascolto e tanta, tanta amicizia!
Un abbraccio
Francesca

lunedì 9 gennaio 2017

Un piccolo aiuto!

Che freddo che fa in questi giorni!
La mattina accendo la macchina un quarto d'ora prima di uscire ma questo tempo non è sufficiente né a sbrinare il parabrezza né a scaldare un pochino la macchina prima di partire!!!
Brrrr..... Penso agli animali che vivono all'aperto, che soffrono il freddo e non trovano un gran che da mangiare in questo periodo.
Ecco allora una piccola, semplice idea per aiutare i nostri amici uccellini: il DISCO DI SEMI!!!
L'idea non è nuova, l'avevo già realizzata qualche tempo fa, ma ve la ripropongo perché mi sembra assolutamente il tempo giusto per farlo!
E' molto semplice: prendi i semi che hai in casa, di qualsiasi tipo, e mescolali con un po' di burro fuso, giusto quello che basta a tenere insieme i semini una volta che si sia rappreso. Io ho usato semi di lino, miglio e semi di girasole. Metti i semi in un piccolo recipiente (io ho usato una piccola coppiglia, ricordandoti di farci passare in mezzo un pezzo di spago.




Schiaccia con un cucchiaino il composto in modo che si accorpi per bene e poi riponi al fresco per un certo periodo. Quando il burro si è indurito, conferendo consistenza al composto, estrai la formina...




... e appendila ad una pianta in giardino o sul balcone.
Gli uccellini prima o poi si accorgeranno della tua formina e saranno molto contenti di poter beccare i semini.




Un altra piccola cosa che possiamo fare è lasciare bricioline di pane sui davanzali delle finestre... e naturalmente far entrare in casa i nostri amici a quattro zampe!!!
Se fa freddo per noi, fa freddo anche per loro!!!
Vi abbraccio forte e vi mando un caldo abbraccio


Francesca

mercoledì 28 dicembre 2016

Passato bene?

Ciao Amici, avete passato bene il Natale?
Io a meraviglia! Per la prima volta dopo parecchi anni, ero a casa con figli e marito. La vigilia eravamo solo noi quattro, per il pranzo di Natale eravamo da mia sorella, con i miei due nipoti ormai ventenni e mio cognato, che è stato (stranamente!!!) particolarmente simpatico e affabile!!!
Insomma, un Natale tranquillo, rilassante, di tutto riposo. Fosse sempre così, ci metterei la firma!!!
Per quanto riguarda esami e studi, ho preso la mia decisione: invece di dare due esami a febbraio, ne sosterrò solo uno (Domoterapia-Geobiologia 2), dedicando molto tempo alle pratiche di Shiatsu e Riflessologia Plantare. Lavorando la mattina e andando a scuola nei week end, ho solo 5 pomeriggi alla settimana a disposizione per studiare e praticare, non posso obiettivamente fare di più in questo momento!
Sono sollevata adesso che ho preso la mia decisione!!!
Ho pensato che tutto sommato sono ben messa con gli esami: ho dato tutti quelli di teoria del primo anno, mi mancano solo queste due pratiche. E' inutile forzare le cose. Si fa meglio senza affanni.
Per gli esami del secondo anno ho tutto il 2017 davanti...
Approposito: non so se passerò di nuovo nel blog prima di San Silvestro, quindi colgo l'occasione per augurare a tutti un
BUON ANNO!!!!!!




Un caldo abbraccio a tutti
Francesca

mercoledì 21 dicembre 2016

Ci penso anche di notte...





Ci penso anche di notte e non riesco a venirne a capo.
I primi di febbraio ho un appello d'esame e vorrei preparare sia Domoterapia-Geobiologia 2 che Medicina Tradizionale Cinese 2. Nel frattempo però devo fare altre 20 ore di pratica Shiatsu e 25 ore di pratica di Riflessologia Plantare...
AIUTOOOOO!!!!
Lo studio non è un problema, il problema sono le pratiche. Io organizzo incontri con le amiche per fare le ore necessarie a sostenere l'esame, ma poi per un motivo o per l'altro gli appuntamenti saltano: impegni vari, figli da portare dal medico per l'influenza, rogne dell'ultimo minuto... Non gliene faccio una colpa, sia mai!!!; ma sta di fatto che non riesco a procedere!!!
Stanotte sono rimasta sveglia a fare i conti di quante pratiche alla settimana dovrei fare per stare nei tempi e più ci pensavo e più mi veniva l'ansia!
Forse è meglio che mi rilassi, che faccia passare questo Natale e rimettermi d'accordo con le amiche dopo Santo Stefano. Magari saremo tutti più tranquilli e rilassati e riusciremo a far collimare impegni, pratiche e studio!
Si Checca, rilassati... rilassati... rilassati...


Un bacio
Francesca (Checca)